BresciaOggi – 18 ottobre 2008

BOTTICINO. AL CENTRO LUCIA DI VIA LONGHETTA L’ENNESIMO APPUNTAMENTO ORGANIZZATO DALL’ASSOCIAZIONE NUOVE SETTIMANE BAROCCHE

Continuano questa sera gli appuntamenti con la rassegna Festival internazionale di Musica antica in Brescia e provincia organizzata dall’Associazione Nuove Settimane BAROCCHE di Brescia.

Il concerto che avrà luogo al Teatro Centro Lucia di Botticino (via Longhetta) sarà l’occasione per ascoltare l’ensemble «La Gaia Scienza» interpretare «La musica da camera di F. J. Haydn», tema che governa la serata.

Quattro i brani in programma, naturalmente tutti composti da Franz Joseph Haydn. Nella prima parte della serata saranno eseguiti, il «Trio in sol maggiore H XV n. 2 per flauto, violoncello e fortepiano», il “Trio in do maggiore op. 100 per flauto, violino e violoncello” e il «Trio in sol maggiore H XV n. 25 per violino, violoncello e fortepiano». Haydn scrisse una grande quantità di trii per vari strumenti e pianoforte e ciò avvenne intorno al 1784 quando il nuovo strumento divenne estremamente popolare a Vienna tanto da diventare richiestissimi da editori e pianisti dilettanti brani per piano e i più svariati strumenti. Fra di essi spiccano i Trii «di Londra» originariamente scritti per due flauti e un violoncello, che costituiscono alcuni dei più grandi esempi di musica da camera con il flauto. Il concerto si concluderà invece con l’esecuzione della Sinfonia n. 94 «La sorpresa per flauto, violino, violoncello e fortepiano».

L’ensemble la Gaia Scienza porta in scena questa sera Marco Brolli al flauto traversiere, Stefano Barneschi al violino, Paolo Beschi al violoncello e Federica Valli al fortepiano. Fondato a Como nel 1981, questo ensemble è considerato una delle formazioni più significative ed inconsuete del panorama musicale italiano. Ingresso 7 euro.

N.S.