Edizioni storiche (1959-1980)

Artisti e studiosi che hanno partecipato alle edizioni storiche del Festival

I Settimana (1959)

Copertina del libretto I settimana di musica barocca

Introduzione

Egregio Signore,

allargando e precisando l’impostazione critica implicita nelle Celebrazioni Frescobaldiane del 1956, il Gruppo Frescobaldi ha deciso di organizzare un ciclo di esecuzioni musicali dedicate all’arte del Barocco, che fu uno dei periodi di più alta e feconda creatività nella civiltà musicale italiana ed europea di tutti i tempi.

Tale ciclo viene denominato «Prima Settimana della Musica Barocca» per indicare il proposito di ricorrente continuità della nostra iniziativa.

In ogni Settimana, oltre all’esecuzione di musiche già note e di particolare interesse, verrà curata la presentazione di un’opera inedita del patrimonio strumentale o vocale italiano dell’età barocca, che rimane purtroppo ancora in gran parte abbandonato e dimenticato, a differenza di quanto attuato in altri paesi.

Il nostro Gruppo conta in tal modo di sollecitare un particolare interesse intorno a questo problema della nostra cultura musicale, contribuendo, in forma organica e rigorosamente critica, alla conoscenza e alla diffusione delle nostre antiche musiche.

Nel piacere di una sua partecipazione,

Il Consiglio Direttivo

dr. prof. Ernesto Meli, Presidente
dr. proc. Pier Luigi Bossoni, Segretario
comm. Enzo Barbi
prof. Giuliana Bonifazi Quilleri
dr. Franco Lenghi
dr. Mario Scalvinelli
Molto Rev.do Padre Innocenzo Bordin O. F. M. Conv.
Rev. P. Vittore Zaccaria, O. F. M. Conv., Assistente


II Settimana (1972)

Copertina del libretto II settimana di musica barocca

Introduzione

Egregio Signore,

un gruppo di musicisti e di cultori di musica antica ha ritenuto opportuno di ridar vita ad una proposta culturale di alcuni anni or sono, e di conferirle continuità e vigore, poiché tuttora valida nei suoi caratteri fondamentali.

Essi hanno concordato sull’opportunità di presentare le fonti musicali italiane dell’età barocca, ancora in gran parte sconosciute, da associare a un interesse per tutti gli altri aspetti di quell’epoca: in essa maturò la rivoluzione tecnica e teorica che portò ai caratteri della moderna musica europea; ad essa artigiani ed artisti bresciani diedero un considerevole contributo.

Si tratta di una vasta trasformazione che, partendo dalla crisi del Rinascimento, giunge sino alle soglie dell’età illuministica: dell’enorme patrimonio di questo periodo verranno riproposti, nella veste esecutiva più appropriata, anche gli autori e le opere già noti ed ammirati nei loro valori d’arte.

In tal modo l’iniziativa si rivolge agli studiosi come al grande pubblico degli appassionati: e l’ingresso libero a tutti ha lo scopo appunto di favorire il massimo d’interesse e di partecipazione.

M° Franco Braga
M° Mario Conter
M° Giancarlo Facchinetti
Dott. Ernesto Meli
M° Giulio Tonelli


III Settimana (1974)

Copertina del libretto III settimana di musica barocca

Introduzione

Egregio Signore,

il Comitato Direttivo, proponendo la terza Settimana di Musica Barocca, intende confermare l’impostazione culturale e musicologica della precedente edizione, con una più approfondita precisazione delle fonti del Barocco strumentale italiano, tuttora in gran parte inedite. L’Opera Prima, «Affetti Musicali», di Biagio Marini verrà infatti presentata integralmente mediante una realizzazione effettuata con strumenti dell’epoca (in esemplari originali o in copie fedeli), il che costituisce certamente, nel nostro Vaese, un avvenimento musicale senza precedenti.

Tuttavia il programma della Settimana si estende ad altri valori artistici dell’epoca barocca e dedica alcuni concerti alla produzione di Johann Sebastian Bach relativa al periodo di Köthen (1720-1723): in tal modo l’Ente realizza uno dei fini istitutivi della propria attività ed offre, per la presenza di interpreti bachiani di indiscussa qualificazione, dei modelli esecutivi di raro pregio.

Il Comitato Direttivo

M° Franco Braga, Presidente
M° Giancarlo Facchinetti, Segretario
Dott. Ernesto Meli, Direttore artistico
Cav. Giovanni Boninsegna
Dott. Alessandro Damiani
Dott. Fabio Lenghi
M° Giulio Tonelli


IV Settimana (1976)

Copertina del libretto IV settimana di musica barocca

Calendario delle Manifestazioni

Domenica 19 settembre
Ateneo di Brescia
M° Dott. Federico Mompellio
"Astrazioni e realtà all’insegna del Barocco musicale"
Chiesa di S. Maria della Pace
(sull’organo di Angelo Amati, 1854)
Galleria del Palazzo Colleoni dei Padri dell’oratorio
Organista e cembalista ACHILLE BERRUTI
Flautista SERGIO BALESTRACCI
"La canzone strumentale di Frescobaldi"
Lunedì 20 settembre
Ridotto del Teatro Grande
Complesso strumentale della Settimana barocca
Giovan Battista Fontana – dalle Sonate
Biagio Marini – Le lagrime d’Erminia
Martedì 21 settembre
Ridotto del Teatro Grande
Complesso strumentale della Settimana barocca
G. F. Händel – Sei Sonate, opera 2
Clavicembalista LUCIANO SGRIZZI
Domenico Scarlatti – Sonate
Mercoledì 22 settembre
Ridotto del Teatro Grande
Clavicembalista KENNETH GILBERT
G. F. Händel – Suites de pièces (Lessons, premier volume)
23 settembre
Salò (Brescia) Chiesa di S. Giovanni
Clavicembalista LUCIANO SGRIZZI
G. F. Händel – Suites e pezzi (dal II e III libro per clavicembalo)
Chiesa dei SS. Nazaro e Celso
Coro da camera della RAI di Roma
Alessandro Scarlatti – Musiche per il Tempo di Penitenza
Giovanni Gabrieli – dalle Sacrae Symphoniae
Claudio Monteverdi – dal Vespro della Beata Vergine
24 settembre
Chiesa dei SS. Faustino e Giovita
Orchestra da camera «Pro arte» di Monaco
G. F. Händel – Cantate – Concerti grossi dall’opera 3
25 settembre
Basilica di S. Maria delle Grazie
Orchestra da camera `«Festival Strings Lucerne»
Giuseppe Torelli – Sonate e sinfonie per tromba ed archi
26 settembre
Chiari (Brescia), Pinacoteca Repossi
Complesso strumentale della settimana barocca
G. F. Händel – Sei Sonate, opera 2
Teatro Grande
Orchestra da camera «Pro arte» di Monaco
G. F. Händel – Concerti grossi dall’opera 3

Comitato Direttivo dell’Ente per le settimane di Musica Barocca:

M° Franco Braga, Presidente
Dott. Ernesto Meli, Direttore artistico
Cav. Giovanni Boninsegna
Dott. Alessandro Damiani
M° Giancarlo Facchinetti
Dott. Fabio Lenghi
M° Giulio Tonelli


V Settimana (1978)

Copertina del libretto V settimana di musica barocca

Calendario delle Manifestazioni

Domenica 24 settembre
ore 21,15 – Duomo Vecchio: The Edward Tarr Brass Ensemble
Lunedì 25 settembre
ore 17,30 – Civica Biblioteca Queriniana: prof. Claudio Gallico, conferenza
ore 21,15 – Ridotto del Teatro Grande: Symposium Musicum Praha
Martedì 26 settembre
ore 17,30 – Ridotto del Teatro Grande: clavicembalista Luciano Sgrizzi
ore 21,15 – Ridotto del Teatro Grande: clavicembalista Kenneth Gilbert
Mercoledì 27 settembre
ore 17,30 – Ridotto del Teatro Grande: clavicembalista Annaberta Conti
ore 21,15 – Chiesa di S. Agata: controtenore R. Jacobs, soprano J. Nelson, organista K. Gilbert
Giovedì 28 settembre
ore 17,30 – Basilica di S. Maria delle Grazie: organista René Saorgin
ore 21,15 – Ridotto del Teatro Grande: clavicembalista Biandine Verlet
Venerdì 29 settembre
ore 17,30 – Ridotto del Teatro Grande: flautista M. Pahor, clavicembalista D. Slama
ore 21,15 – Ridotto del Teatro Grande: Ensemble Kuijken
Sabato 30 settembre
ore 17,30 – Ridotto del Teatro Grande: clavicembalista Egida Giordani Sartori
ore 17,30 – Soiano del Lago (Brescia), Chiesa Parrocchiale: organista Stefano Innocenti
ore 20,30 – Sabbio Chiese (Brescia), Santuario B.V. del Campanile: I cameristi lombardi
ore 21,15 – Teatro Grande: I solisti veneti
Domenica 1 ottobre
ore 17,30 – Chiari (Brescia), Pinacoteca Repossi: clavicembalista Annaberta Conti – pag. 43
ore 17,30 – Montichiari (Brescia), Pieve di S. Pancrazio: I solisti aquilani
ore 21,15 – Basilica di S. Maria delle Grazie: I virtuosi di Roma

VI Settimana (1980)

Copertina del libretto VI settimana di musica barocca

Calendario delle Manifestazioni

Sabato 20 settembre
ore 17,30 – Ateneo di Brescia: dott. Oscar Mischiati, conferenza
ore 21,15 – Coccaglio (Brescia), Chiesa Parrocchiale: Ensemble vocal d’Avignon
Domenica 21 settembre
ore 11,00 – Duomo Vecchio: S. Messa (Ensemble vocal d’Avignon)
ore 17,30 – Ridotto del Teatro Grande: Symposium Musicum Praha
ore 21,15 – Montirone (Brescia), Palazzo Lechi: Luciano Sgrizzi, fortepiano; Clara Bonaldi, violino
Lunedì 22 settembre
ore 17,30 – Ateneo di Brescia: conferenza del prof. Edoardo Farina
ore 21,15 – Ridotto del Teatro Grande: Piero Toso, violino; Gianni Chiampan, violoncello; Edoardo Farina, cembalo
Martedì 23 settembre
ore 21,15 – Ridotto del Teatro Grande: Kenneth Gilbert, clavicembalista
Mercoledì 24 settembre
ore 21,15 – Chiesa di S. Carlo: Luigi Ferdinando Tagliavini, organo e clavicembalo
Giovedì 25 settembre
ore 21,15 – Ridotto del Teatro Grande: Trevor Pinnock, clavicembalista
Venerdì 26 settembre
ore 17,30 – Palazzo Bettoni-Lechi: Egida Giordani Sartori, clavicembalista
ore 21,15 – Ridotto del Teatro Grande: Annaberta Conti, clavicembalista
Sabato 27 settembre
ore 17,30 – Palazzo Bettoni-Lechi: Egida Giordani Sartori, clavicembalista – pag. 35
ore 20,30 – Sabbio Chiese (Brescia), Santuario B.V. del Campanile (Rocca): La Piccola Camerata Italiana – pag. 37
ore 21,15 – Chiesa di S. Agata: I Solisti Aquilani – pag. 43
Domenica 28 settembre
ore 17,30 – Chiari (Brescia), Pinacoteca «Repossi»: I Madrigalisti di Milano
ore 21,15 – Basilica di S. Maria delle Grazie: Festival Strings Lucerne
Lunedì 28 settembre
ore 21,15 – Basilica di S. Maria delle Grazie: Festival Strings Lucerne
Martedì 30 settembre
ore 17,30 – Montichiari (Brescia): prof. Francesco Degrada, conferenza
ore 21,15 – Montichiari (Brescia): Teatro Sociale – The English Concert, Complesso vocale «Chiaroscuro» di Londra
Mercoledì 1 ottobre
ore 21,15 – Teatro Grande: The English Concert, Complesso vocale «Chiaroscuro» di Londra
Giovedì 2 ottobre
ore 21,15 – Ridotto del Teatro Grande: Nigel Rogers, tenore; Trevor Pinnock, cembalo; Richard Webb, viola da gamba – pag. 71
Venerdì 3 ottobre ore 21,15 – Ridotto del Teatro Grande: The English Concert
Sabato 4 ottobre
ore 21,15 – Chiari (Brescia), Salone Marchettiano: Ensemble vocal et instrumental de Lausanne