Giornale di Brescia – 31 ottobre 2008

BRESCIA«A Venezia!» è il titolo del concerto che l’Ensemble Il Giardino Armonico diretto da Giovanni Antonini propone stasera alle 20,45 in palazzo Gaifami (via Fratelli Bandiera 22) per le Settimane Barocche. Il festoso palazzo affrescato dal Carloni ospita la sede della Croce Bianca, cui sarà devoluto una parte del ricavato della serata (ingresso 7 euro).

Il programma inizia con musiche di autori dal tardo ’500 al tardo ’600: “Sonata decimaquinta a quattro” di Dario Castello, Canzone a Quattro “La lusignola” e Ciaccona per due violini e basso continuo di Tarquinio Merula, Sonata per tre violini e basso continuo di Giovanni Battista Buonamente, Sonata seconda a quattro op. IX di Giovanni Legrenzi.

Il ’700 veneziano è rappresentato da Vivaldi con il Concerto in Do maggiore per flautino, archi e continuo RV 444 e dal Concerto in do minore per flauto, archi e continuo RV441, quindi da Baldassarre Galuppi con il Concerto a quattro in sol minore e ancora da Vivaldi col Concerto in Do maggiore per flautino, archi e continuo RV 443.

Il programma offre una panoramica sull’intensità e la varietà della musica a Venezia grazie alla presenza di compositori nati nella Serenissima, attivi e ricercati anche all’estero come il Castello, Vivaldi, Galuppi, accanto ai quali erano accolti musicisti provenienti dal Dominio veneto o da altre città o Nazioni. Merula, che operò un po’ dappertutto, era di Cremona, Buonamente di Mantova, Legrenzi di Clusone.

Sul piano stilistico-formale ognuno dei citati compositori portò un rilevante contributo: Dario Castello, violinista, all’alternanza polifonia-recitativo; Merula, organista, al virtuosismo, Buonamente alla tecnica del violino; Legrenzi e Galuppi alla sobrietà musicale; Vivaldi alla fantasia, applicata in particolare al Concerto solista.

Il Giardino Armonico, formatosi a Milano nel 1985 e diretto da Gabriele Antonini, è fra i più apprezzati Gruppi specializzati nell’esecuzione di musiche del Sei e Settecento con strumenti originali. Con un organico che varia dai 3 ai 30 componenti è ospite dei maggiori Festival internazionali e svolge attività concertistica in tutto il mondo. Ha inciso numerosi Cd, collabora con famosi solisti e dal 2007 è l’Orchestra Barocca residente al Centro Cultural Delibes di Valladolid. Stasera è formato da Enrico Onofri e Marco Bianchi violini, Stefano Barneschi viola, Paolo Beschi violoncello, Giancarlo De Frenza contrabbasso, Luca Pianca liuto, Riccardo Doni clavicembalo, Giovanni Antonini flauti e direzione.